Undici anni fa è nato il Partito Democratico: per molti di noi questa è stata la prima esperienza politica, per altri il naturale approdo; oggi siamo più che mai preoccupati per la sorte del nostro Partito e vogliamo contribuire a rilanciare il suo progetto.

Pensiamo che il PD sia da cambiare radicalmente, perché servono maggiore unità e inclusione, apertura e coinvolgimento, capacità di ascolto e soluzioni ai problemi. Siamo stanchi delle correnti costituite secondo criteri di fedeltà al capo, che fanno solo male al nostro partito, e vorremmo che ognuno fosse valorizzato per il suo valore, il suo merito, più che per appartenenze o raccomandazioni.

Non amiamo i personalismi, amiamo il gioco di squadra. In questi anni molti di noi si sono impegnati, come segretari di circolo, come consiglieri, come amministratori locali, come iscritti; lo abbiamo fatto insieme, anche grazie all’opportunità di avere un Segretario provinciale giovane, con il quale si è discusso, pensato, costruito molto, e che vogliamo sostenere per un nuovo mandato.

Sosteniamo Pietro perché rappresenta il rinnovamento del Partito Democratico di Monza e Brianza, senza fratture e divisioni: è stata valorizzata la nostra generazione, siamo cresciuti, ci siamo caricati di maggiore responsabilità, attraverso un percorso collettivo e non una carriera individuale, ma lo abbiamo fatto sempre insieme a persone dalle quali abbiamo imparato tanto e con le quali vogliamo continuare a fare politica per il bene della Brianza e del PD.

Sosteniamo Pietro perché in un momento difficile ha saputo unire e coinvolgere le diverse anime della nostra comunità; questo non sarà solo un fatto generazionale, ma il protagonismo dei nativi PD ha permesso di ridurre il peso delle precedenti divisioni e ha contribuito a portare il livello del dibattito sugli aspetti concreti del nostro tempo e delle sfide che esso ci pone.

Sosteniamo Pietro perché crediamo che insieme a lui, insieme a tanti e con il nostro contributo, si possa fare moltissimo: ripensare la nostra organizzazione, sperimentare nuove forme di partecipazione, costruire una cultura democratica viva e appassionante, coinvolgere nuove persone che diano una mano al PD, parlare di temi concreti come il lavoro, i diritti, la valorizzazione dell’ambiente, l’integrazione, il sogno degli Stati Uniti d’Europa e la sfida delle comunali dell’anno prossimo.

In questo tempo di crisi, sfiducia, smarrimento, c’è una generazione che vuole impegnarsi, che crede nel futuro, che non si rassegna a qualunquismo e indifferenza. I giovani credono nella politica, ma vogliono una politica che abbia una visione, che sappia dare un sogno e che possa realmente cambiare le cose e sostenere una speranza.

Insieme a Pietro quindi, per unire e rilanciare il Partito Democratico, per migliorare la nostra Brianza, per essere protagonisti del nostro futuro!

 

Jamila Abouri, Elena Allevi, Pierluigi Aloe, Andrea Apostolo, Andrea Barella, Claudia Barzago, Stefano Bellumore, Giacomo Biffi, Elio Bindi, Matteo Botta, Chiara Calderoni, Lisa Calderoni, Marco Cappelletti, Fabio Casiraghi, Andrea Castagna, Simone Castelli, Anastasia Cecchetti, Francesco Cereda, Damiano Chirico, Cristiano Coletta, Chiara Crescini, Francesca Crippa, Alice Crotti, Alessandra Coduti, Vincenzo Di Paolo, Moreno Drago, Andrea Esposito, Alberto Fascì, Matteo Feudale Foti, Marco Fornaro, Claudio Galli, Shawn Guidi, Marco Lamperti, Andrea Leone, Marco Magni, Giacomo Maino, Davide Mantovani, Mariasole Mascia, Luca Minzoni, Daniele Misani, Benedetta Missaglia, Giorgio Monti, Giada Nardozza, Thomas Nisi, Enrico Panontin, Giacomo Panzeri, Angelo Paola, Alessio Penné, Marco Pietrobon, Daniel Piron, Carlo Polvara, Anita Porta, Roberto Procaccianti, Marzia Radaelli, Matteo Raimondi, Matteo Riva, Mario Sacchi, Lorenzo Sala, Paolo Sala, Ivan Savaris, Fabio Scarfò, Marta Sicurello, Carlo Sormani, Alberto Suppa, Chiara Tagliabue, Luca Tomaino, Alessandro Uccello, Daniele Valli, Cecilia Veneziano, Daniele Viganò, Alessandro Zanellati.